fbpx
29 Novembre 2020

FotoRilieviDroni

di Davide Porro-Operatore-Istruttore-Pilota SAPR

Ispezioni sui tetti con il drone

Uno dei vantaggi che si possono ottenere utilizzando un drone è quello di non dover ricorrere a scale, ponteggi o cestelli per poter ispezionare un tetto sul quale dobbiamo fare degli interventi di manutenzione e ripristino poichè ammalorati. La qualità delle foto da analizzare a tavolino è altissima poichè vengono utilizzate macchine fotografiche con ottimi sensori e con un alto numero di pixel.

Per delle ispezioni veloci si possono anche utilizzare dei riferimenti di misura a terra (personalmente per tetti di piccole villette utilizzo una sbarra graduata da 2 mt.) che possano dare a grandi linee (in questo caso non stiamo parlando di rilievi fotogrammetrici di precisione) la misura del tetto, e/o della porzione, sul quale intervenire.

La visione nadirale del tetto consente di avere un’immagine con una prospettiva particolarmente indicata per poter fare dei ragionamenti di lavori da eseguire, infatti con foto in alta definizione si possono ad esempio vedere e valutare le tegole rotte, spostate o danneggiate, si può vedere  lo stato delle gronde, i comignoli, ecc. permettendoci di organizzare al meglio il lavoro risparmiando tempo e materiale.

E questo è solo un esempio delle molteplici applicazioni in campo edile che questi nuovi strumenti di lavoro ci consentono di eseguire.

Ovunque ci sia un tetto o una struttura di una certa altezza il drone per delle ispezioni (anche termografiche) può essere utile.
L’importante è che per ogni tipo di intervento ci si affidi a professionisti capaci e in regola con la normativa di riferimento che in questo settore acquista particolare importanza visto che tutto deve essere svolto salvaguardando la propria e l’altrui sicurezza.

FotoRilieviDroni di Davide Porro – Operatore Autorizzato ENAC. Cell.: 335-59.40.639.