29 Settembre 2020

FotoRilieviDroni

di Davide Porro – Operatore SAPR – Istruttore Pilota APR

Pilotate gente, pilotate.

Le prove e l’allenamento sono alla base di una buona riuscita del lavoro una volta che si è in missione. Occorre infatti creare tutta una serie di automatisti e procedure mentali facendo in modo che quando si lavora tutto sia schematizzato secondo movimenti e riti provati decine di volte. Attenzione però a non assuefarsi. I movimenti devono essere già acquisiti e assimilati ma questo non vuol dire essere passivi e procedere senza pensare. Daremo il consenso di volta in volta a movimenti e situazioni che abbiamo già simulato e provato in varie situazioni. Solo così si mantiene l’allenamento e la prontezza di intervento in tutte le situazioni. Il ripasso è alla base di ogni apprendimento e l’allenamento è la base per mantenere alta la manualità e la capacità di pilotaggio; tenere le dita allenate sugli stick del radiocomando, un occhio allenato a leggere la telemetria e l’altro sull’APR fa parte del mestiere (e degli obblighi direi) di un bravo pilota di APR. Se non si hanno impegni si utilizzi comunque qualche ora alla settimana per pilotare il vostro APR, ne gioverà anche la parte manutenzione dal momento che avremo sempre sotto controllo e aggiornato il funzionamento del drone.
Pilotate gente, pilotate.