fbpx

La termocamera è un eccezionale e moderno strumento di diagnosi non invasiva. Se poi viene utilizzata a bordo di un drone diventa imbattibile in molte occasioni dove si ha bisogno di mappare termicamente un edificio o una struttura magari poco accessibile da terra o scomoda da rilevare con le normali termocamere palmari. Ponti termici, distacchi di intonaco e piastrelle, mappatura e valutazione posa cappotto termico e infissi, ricerca dispersioni energetiche sono soltanto alcune delle valutazioni che una termocamera permette di eseguire in maniera veloce, economica e precisa.

Se consideriamo poi che il drone, salendo in verticale lungo la facciata dell’edificio, ci permette di avere la termocamera sempre con una angolazione corretta rispetto alla superficie da rilevare è facile capire la precisione e la qualità dei termogrammi (radiometrici) che si possono ottenere con questo sistema. Da non sottovalutare poi la possibilità di mappare termograficamente anche il tetto in sicurezza e senza necessità di cestelli (niente noleggio e occupazione suolo pubblico da pagare) e senza necessità della linea vita poiché sul tetto non ci sale nessuno se non il drone.

Info: FotoRilieviDroni 335 5940639

(NOTA tutte le immagini che seguono sono state riprese da FotoRilieviDroni con termocamera Flir a bordo di un drone e sono di di proprietà di FotoRilieviDroni©)

Termografia tetto
Termografia facciata di palazzo con evidenziate solette e ponti termici

Termografia posa infissi
Termografia dispersione e posizione canna fumaria

 

Termografia dispersioni sotto davanzale finestre

 

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *